0
Primi piatti

TIMBALLO DI RISO VENERE GAMBERI E ZUCCHINE

20 Maggio 2020

Amo il riso Venere perché, oltre ad essere buono e sano, quando lo si cucina spande nell’aria un profumo che riempie tutta la casa. Ricorda il pane appena cotto e non c’è da stupirsi che nell’antichità fosse considerato un cibo pregiato dedicato agli imperatori cinesi.

E’ talmente delicato e particolare da ricordare piccole perle nere piene di gusto. Ricco di vitamine è uno dei cibi migliori per disintossicare il fisico e per una dieta bilanciata e leggera.

Eccezionale con le verdure e il pesce si esalta ancora di più il suo sapore ed è proprio con questi ingredienti che vi propongo il mio Sartù, come lo chiamano a Napoli, un delizioso timballo di riso con sorpresa.

Eccovi la ricetta:

  • 200 gr. di riso Venere
  • 4 zucchini con fiori
  • 2 scalogni
  • 10/12 gamberi
  • 5/6 foglie di basilico
  • olio evo
  • sale qb

Facciamo cuocere il riso in abbondante acqua salata per una mezz’ora.  Lasciamolo leggermente al dente perché andremo a ripassarlo in cottura in seguito. Scoliamolo e lasciamolo raffreddare in una ciotola coperta (anche il giorno prima).

Facciamo appassire le zucchine tagliate a da dadini insieme allo scalogno tritato, con olio e sale, lasciandoli leggermente croccanti e mettiamoli da parte.

Puliamo i gamberi dai carapaci e dalle impurità e facciamoli saltare in padella con olio e scalogno tritato per un minuto, non si devono asciugare.

Ora in uno stampo da budino a ciambella (o in mono porzioni), oliato e spolverato di pan grattato, versiamo uno strato di riso, pressandolo leggermente, verso il centro versiamo le zucchine e appoggiamo sopra i gamberoni, tenendone da parte 3 o 4 per la finitura del piatto. Condiamo con un filo leggero di olio e basilico a pezzetti. Chiudiamo versando tutto il resto del riso e pressiamo bene.

Inforniamo a 150° per 15 minuti. 

Lasciamo intiepidire e giriamo con delicatezza su un piatto da portata. Con i gamberi tenuti da parte e i fiori di zucchina lavati e aperti decoriamo il piatto e per un tocco in più frulliamo un gambero con qualche cucchiaio di olio e versiamo la crema sul timballo.

Facile da fare e anche da finire, soprattutto in una giornata di sole con la voglia di pranzi freschi e leggeri.

Diamo inizio alla bella stagione, almeno nel piatto.

Buon appetito a tutti!!

Monica

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply