ViaggiAMO

PARCO FLUVIALE ALTAVALDELSA-IL PARADISO

31 Luglio 2018

Domenica scorsa il meteo segnalava “caldo torrido” con temperature fino ai 40°. Dovevamo trovare assolutamente un’alternativa al mare che ci facesse passare una giornata tranquilla ma soprattutto fresca. Ci è venuto in mente di aver letto da qualche parte del fiume Elsa. Ci siamo documentati e abbiamo trovato tanti commenti positivi sul Parco Fluviale AltaValdelsa.

Decidiamo di andarci immaginando già un bel tuffo in quelle splendide acque gelate. Il tratto che ci incuriosisce di piu’ è quello chiamato Elsa Viva, un fiume con acque di un colore turchese pazzesco! Il fiume è lungo circa 63 Km nasce vicino Siena e percorre le campagne Toscane arrivando vicino Pisa. Il primo tratto prende il nome di Elsa Morta con poca acqua ed è alimentato per lo più da acque piovane fino ad arrivare alla frazione di Gracciano nel comune di Colle Val D’Elsa. Qui incontra le acque tiepide delle Caldane (una piscina romana con l’acqua tiepida e terapeutica che un tempo faceva parte di un complesso termale) e quelle delle Vene che servivono un tempo ad alimentare i mulini della zona, diventando cosi’ Elsa Viva. Il parco Fluviale dell’Alta Valdelsa ha piu’ ingressi ma noi vi consigliamo di arrivare a Gracciano e scendere sotto il Ponte di San Marzale. 

Proprio sotto il ponte il fiume fa un grande salto creando un cascata chiamata Cascata del Dioborrato che termina in un piccolo lago dove è possibile già fare il bagno…Pare che il laghetto sia profondo una decina di metri e vi assicuro che è davvero molto invitante…

Passato il laghetto basta seguire i sentieri perfettamente curati dall’amministrazione comunale, alla quale facciamo i nostri complimenti perchè l’ambiente è perfettamente preservato e la natura salvaguardata. Il percorso è molto facile e si presta bene anche se avete bambini. Prende il nome di Sentierielsa e tra scalini in legno, ponti tibetani e passaggi sui massi in mezzo al fiume il divertimento è assicurato oltre a vivere momenti indimenticabili immersi nella natura.

La parte sinistra della foto è dove abbiamo deciso di fermarci per fare il bagno, le acque sono gelide ma la sensazione che il freddo trasmette al corpo è rigenerante e meravigliosa…sulla cartina il punto è denominato Guado San Giorgio. Da lì in poi il fiume prosegue il suo corso creando tanti altri punti per fare il bagno.

Le rocce sono di origine calcarea e leggermente scivolose vi consigliamo di portare delle scarpette da scogli oltre a repellente per zanzare!

Nel parco si puo’ ovviamente anche mangiare, non ci sono divieti ma sempre rispettando l’ambiente e portando a casa ogni tipo di rifiuto..! Portatevi tanta acqua perchè i percorsi sono in tratti in salita e bere diventa indispensabile.

Una precisazione importante, non ci sono cartelli che vietano la balneazione e il richiamo verso l’acqua è fortissimo ma è anche vero che il fiume è circondato da un area urbana, perciò la certezza che l’acqua sia perfettamente “sana” non ce l’abbiamo…noi ci siamo tuffati pensando che più o meno sarà come tuffarsi in mare!!

COME ARRIVARE:

Prendete il raccordo Firenze-Siena e uscite a Colle Val d’Elsa Sud. Arrivati a Colle Val d’Elsa bassa, alla prima rotonda prendete la circonvallazione a sinistra e proseguite fino alla frazione di Gracciano. Da qui iniziano i cartelli per il Parco Fluviale dell’Alta Valdelsa. Arrivati al Ponte di San Marziale potete parcheggiare dove volete. Scendete sulla sinistra e troverete le indicazioni per il parco.

E’ davvero  meravigliosa la nostra Italia!!!

Buon divertimento!!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply