0
Primi piatti

LA VEDO, “GRICIA…”

29 Giugno 2020

Volete farmi felice? Cucinatemi un piatto di Gricia e sarò per sempre conquistata…il mio compagno lo sa, e quando vuole farmi innamorare nuovamente di lui me la cucina e devo dire che ci riesce anche bene! Questo piatto di sedanini alla Gricia è opera sua, in uno dei tanti giorni di lockdown.

Se ci pensate bene è un primo di una semplicità disarmante ma attenzione, non altrettanto semplice da fare! Detta anche “amatriciana bianca” perchè non condita con il sugo di pomodoro, la Gricia è in realtà molto più simile a una cacio e pepe, ma con meno formaggio e l’aggiunta del guanciale.

Come se fare la cacio e pepe fosse facile? Perchè una buona carbonare è semplice? No, assolutamente! Sono tutti piatti che richiedono pochi ingredienti ma se non dosati e amalgamati bene fanno sbagliare il piatto! Ci sono poi i temerari delle aggiunte strane, panna, pancetta…NO, NO , NO ….gli ingredienti non si cambiano!

Sarebbe un sacrilegio…la Gricia è un piatto semplice a prima vista ma pieno di insidie, richiede una buona conoscenza della tradizione, degli ingredienti e delle tecniche base della cucina.

Si dice, infatti, che la Gricia fosse nata in tempi molto antichi, dagli ingredienti che i pastori laziali avevano a disposizione, quelli erano gli ingredienti e quelli devono restare…in fondo si dice sempre, “squadra che vince non si cambia”!

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di pasta (personalmente preferisco la pasta corta)
  • guanciale 180 g
  • pecorino romano grattugiato 80 g
  • sale grosso a piacere
  • pepe nero macinato a piacere

Mettete a bollire abbondante acqua. Tagliate a listarelle il guanciale e fatelo rosolare senza olio in una padella antiaderente, aggiungendo un po’ di acqua bollente.

Rilascerà tutto il prezioso grasso che insaporirà poi la pasta, niente sale e niente olio mi raccomando!!

Nel frattempo, lessate la pasta in acqua salata e scolatela poi molto al dente direttamente nel guanciale. Mantecate bene facendola saltare in padella per qualche minuto aggiungendo qualche mestolo di acqua di cottura. A questo punto spegnete il fuoco, aggiungete il pepe e il pecorino grattugiato, quindi fate saltare ancora per un paio di minuti ancora.

Non ci resta che impiattare…e godere!!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply