Menu'

LA NOSTRA TAVOLA DI PASQUA

29 Marzo 2018

E ancora una volta siamo arrivati a Pasqua, uno dei periodi dell’anno che preferiamo, perché vuol dire PRIMAVERA.

Le giornate si faranno più lunghe, più tiepide e piano piano tutto sarà fiorito,sarà un tripudio di profumi e colori! BELLISSIMO…

Pasqua significa pranzi in famiglia, gite fuori porta, pic-nic con amici ma anche le prime passeggiate sulla spiaggia con il rumore del mare e il primo sole che scalda la pelle.

Per celebrare questo periodo pasquale abbiamo pensato di condividere con voi un MENU’.

E’ fatto di ricette facili, semplici con ingredienti freschi e genuini. Regine le verdure che amiamo e che come sapete fanno spesso parte delle nostre ricette. Aggiungiamo poi un po’ di TRADIZIONE con le uova.  In ogni tavola a Pasqua difficile non trovare le uova, spesso messe in un bel cestino, su un tovagliolo con trine e merletti e fatte benedire dal parroco durante la messa. Sapevate che nelle tradizione pagane e mitologiche l’uovo significa rinascita?

Rinascita dopo un lungo e sterile inverno con il sopraggiungere della primavera, periodo dell’anno in cui la natura rifiorisce…

Ma iniziamo dalla tavola…

Gli antipasti includono entrambi le UOVA,  essendo però di piccole dimensioni abbiamo optato per le uova di quaglia insieme a verdure di stagione…

Cestini con asparagi e uova di quaglia 

Le dosi sono per 6 cestini; una confezione di pasta briseè già pronta, un mazzetto di asparagi, 6 uova di quaglia, sale e pepe q.b, olio evo per condire.

Srotolate la pasta briseè lasciandola sulla carta forno della confezione, ricavate con un coltello 6 cerchi di grandezza variabile a seconda degli stampini che vorrete usare. Noi usiamo quelli per i muffin, perciò creiamo dei cerchi di circa 12 cm considerando che devono uscire un po’ dallo stampino per creare il bordo del cestino. Nel frattempo in acqua salata bolliamo gli asparagi dei quali utilizzeremo solo le punte, (la parte tenera non buttatela, potete frullarla per ottenere una crema per crostini o condire la pasta). Portate a ebollizione altra acqua in una casseruola per cuocere le uova di quaglia in “camicia”. Sgusciatele delicatamente uno alla volta su un piattino (oppure un mestolo), facendo attenzione a non rompere il tuorlo. Con un cucchiaio create un vortice e fate scivolare al centro della casseruola l’uovo. Abbassate la fiamma. Procedete anche con gli altri nello stesso modo.

Mini Flan di patate viola e ricotta

sempre per 6 persone…

4 patate viola (o vitellotte..) di media dimensione

100 gr di ricotta

50 gr di parmigiano

2 uova

6 uova di quaglia

noce moscata q.b

sale q.b

pepe q.b

Iniziate con lessare le patate con la buccia in acqua salata. Una volta cotte spellatele e schiacciatele con una forchetta.

Aggiungete la ricotta, il parmigiano, le due uova e condite con sale, pepe e noce moscata.

Ungete gli stampini con un po’ d’olio e versate il composto ottenuto. Al centro del flan inserite un ovetto di quaglia precedentemente lessato.

Pennette di Quinoa alle cime di rapa, pomodori secchi e noci PECAN

Le noci pecan sono ricche di acidi grassi monoinsaturi, questo le rende un ottimo antiossidante naturale. Gli acidi oleici sono inoltre gli stessi che troviamo nelle olive e, come è noto, l’olio di oliva è efficace nel combattere le malattie coronariche. Sono pero’ anche molto caloriche percio’ non dobbiamo farne un uso frequente.

Ingredienti per 6 persone:

480 gr di pasta

un mazzo di rape

qualche pomodorino secco

3 filetti di acciuga

1 spicchio d’aglio

noci pecan q.b

sale q.b

pepe q.b

olio evo q.b

In una padella fate rosolare l’aglio con circa 4 cucchiai di olio, i pomodorini secchi tagliati fini e le acciughe spezzettate. Appena l’aglio si sarà imbiondito toglietelo. A questo punto trasferiteci le cime di rapa lavate e tagliate e fatele saltare a fuoco medio. Nel frattempo cuocete la pasta in abbondate acqua salata e appena al dente, scolatela e ripassatela insieme alle rape. Continuate la cottura aggiungendo un po’ d’acqua della pasta. Aggiustate di sale e pepe.

Servite guarnendo con olio evo e noci pecan tritate e intere.

Galette ai porcini e gorgonzola

Per 6 persone:

1 confezione di pasta sfoglia integrale rotonda

300 gr di porcini a fette surgelati

100 gr di ricotta

50 gr di parmigiano reggiano

150 gr di gorgonzola DOP

2 uova

1 scalogno

noce moscata q.b

30 gr di burro

sale e pepe

Rosolate a fiamma bassa lo scalogno con il burro finchè sarà dorato, aggiungete i funghi e un pizzico di sale. Cuocete per circa 8/10 minuti mescolando fino a quando il fondo di cottura si asciugherà. Lasciate raffreddare.

Intanto stendete la sfoglia e trasferitela in uno stampo a cerniera del diametro di 20 cm, lasciando la carta della confezione. Bucherellate il fondo con una forchetta. Lavorate la ricotta con il parmigiano e le uova, aggiungete il gorgonzola a dadini e i funghi, regolate di sale, pepe e noce moscata. Versate il composto nel guscio di pasta e ripiegate il bordo verso l’interno. Cuocete la torta in forno già caldo a 180 gradi per circa 25-30 minuti. Sfornatela e servitela tiepida.

Questa torta salata è davvero strepitosa, provatela perchè sarà sicuramente una ricetta che rifarete anche in altre occasioni!

Abbiamo scelto un menu’ senza carne o pesce come secondo ma ovviamente nulla vieta di fare variazioni al tema.

Vi consigliamo se volete, due secondi di carne molto buoni, uno un po’ piu’ TRADIZIONALE clicca qui e l’altro piu’ ESTROSO  clicca qui

Come contorno, un’insalata con misticanza, uvetta, pinoli, noci, sesamo nero e spicchi d’arancia. 

Fresca e ricca di vitamine con il suo sapore marcatamente agrumato ha l’effetto di “pulire la bocca” prima di passare al dolce…

E siamo arrivati al dolce….

Sfogliatine di fragole, ramerino e lavanda

Per 6 sfogliatine; 1 confezione di pasta sfoglia, 1 confezione di fragole, zucchero di canna grezzo, 1 rametto di ramerino, lavanda per uso culinario.

I fiori e le foglie di lavanda con il loro profumo e sapore possono trovare in cucina vari impieghi. Usiamoli per aromatizzare dolci e biscotti oppure per ricette salate. Ottimo è il risotto alla lavanda. Questa erba aromatica ha tante proprietà benefiche. In erboristeria viene prescritta come antispasmodico, rimedio contro il mal di testa, crampi intestinali, anti nausea e singhiozzo, sedativo per la tosse. E’ utile per chi soffre di attacchi d’asma e problemi respiratori in generale. La lavanda previene anche le infezioni alle vie urinarie. Assaporare un buon tè alla lavanda, calmante e rinfrescante è utile per alleviare il mal di testa. Si prepara aggiungendo fiori e foglie di lavanda all’acqua bollente da lasciare in infusione per cinque minuti.

Ricavate dalla pasta sfoglia 6 cerchi, adagiatevi al centro le fragole tagliate a pezzetti e chiudete i bordi verso l’interno. Infornate in forno già caldo a 180 gradi, dopo circa 5 minuti spolverizzatele con lo zucchero grezzo e continuate la cottura per altri 10 minuti. Quando saranno dorate togliete dal forno e guarnitele con ramerino e i fiori di lavanda spezzettati.

Vi auguriamo di trascorrere una Serena Pasqua insieme alle persone che amate, memorizzando momenti e istanti felici anche grazie ai sapori e agli odori di una profumata e gustosa tavola..

Enjoy

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply Claupao 31 Marzo 2018 at 16:54

    Menù sfizioso….la tavola curata con eleganza…grazie delle dritte!! VIVA LA PRIMAVERA

    • Carlotta
      Reply Carlotta 5 Aprile 2018 at 19:34

      Assaporiamo ringrazia per le belle parole, con la speranza di essere ancora utile con tante altre nuove ricette e viaggi da consigliare!
      grazie ancora

  • Reply IL NOSTRO MENU' PASQUALE ⋆ Assaporiamo 18 Aprile 2019 at 17:51

    […] passato ho deciso di creare un menu’ pasquale ( quello dell’anno scorso lo trovate qui) con qualche suggerimento che potrà spero esservi utile per il vostro […]

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.