0
Primi piatti

IN QUARANTENA…FACCIAMO IL MINESTRONE?

1 Aprile 2020

Siamo barricati in casa…e condividiamo paura per il contagio e compassione per chi sta lottando contro il virus oltre ad ammirazione per gli eroi in mascherina che sono in prima linea nelle terapie intensive. La cosa migliore da fare è non pensare a quando questa situazione finirà, perché in questo modo verrà creato ALTRO TEMPO! IL TEMPO è uno stato mentale…

“Siate figli del momento” diceva Victoria Ignis, fate di quel momento la vostra ragione di vita.

E in effetti non è sbagliato cercare di vivere questi giorni, vivendo solo in quel preciso momento, in una quarantena dove non ci sono più, sabati e domeniche ma tutti i giorni sono uguali, cerchiamo di sfruttare il tempo facendo cose per noi, cose che ci fanno star bene, sfruttiamolo per capirci e conoscerci meglio.

Possiamo riscoprire i nostri talenti, ci sarà chi si è messo a lavorare a maglia, chi non sapeva di essere bravo a cucire, chi magari ha ripreso a leggere quel libro polveroso lasciato sulla mensola che da tempo era lì in attesa. Ci sarà chi ha imparato a fare le video chiamate ai propri cari, e per questo ad amare un pò di più quella tecnologia che tanto gli faceva paura.

Chi come me ha rispolverato vecchie ricette della nonna, come il minestrone fatto con verdure fresche di stagione e non in buste surgelate, chi ha ripreso in mano la chitarra e in terrazza si è messo ha intonare le note dell’inno perchè nella sofferenza si diventa tutti un po’ più patriottici.

In definitiva se si analizza il termine EMERGENZA si capisce che non è negativo ma bensì l’emergere in superficie di qualcosa di sommerso, qualunque cosa sia…

Guardiamoci dentro, ognuno secondo le proprie capacità e predisposizioni e cerchiamo di creare, di allenare la nostra mente ogni giorno con qualcosa di bello, di sano, di semplice e genuino…

Come il minestrone di mia nonna che mentre lo mangio rivedo in ogni cucchiaiata! Di base è il minestrone di mia nonna ma con qualche mia personale variazione!

Fare il minestrone di verdura non è uno scherzo e ci sono degli errori da evitare. Necessario assolutamente utilizzare solo verdure di stagione, NO il cavolfiore o la zucca in estate!! Le verdure devono essere tagliate tutte della stessa misura e ottimo sarebbe rispettare i tempi di cottura di ogni singolo ortaggio. Aggiungete per prime le verdure che hanno bisogno di più cottura come le patate e le carote e poi quelle più morbide come zucchine, foglie di spinaci e bietole. I legumi vanno aggiunti dopo essere stati ammollati per il tempo necessario. In genere almeno 10 ore.

Arricchitelo con spezie ed erbe o dado granulare vegetale.

La pentola deve essere capiente e l’acqua deve coprire le verdure di due dita e va cotto per 30 minuti a fuoco medio e poi coperto per un’ora e ultimato su fiamma bassa.

Insomma solo qualche accorgimento e il vostro minestrone sarà sublime

Chi dice che il minestrone è un piatto triste, non ha capito niente…perché può essere arricchito in tanti modi, aggiungendo per esempio una fetta di pane croccante sul fondo del piatto o mini crostini integrali e profumati!

Il minestrone è un vero jolly è può diventare ciò che si desidera, al naturale, solo con un filo di olio e senza legumi, arricchito con cereali, con spezie e e peperoncino, con la pasta.

Lo si può mangiare freddo o bollente, insomma un minestrone ben fatto non stanca mai.
È il piatto ideale per riprendere la forma dopo giorni di abbuffate culinarie ma è anche un comfort food quando si ha voglia di un primo caldo e leggero a fine giornata. Lo si può mangiare a pezzettoni o tutto frullato è un piatto versatile e colorato!!

Il minestrone è un piatto DETOX, verdure, acqua e sale! Per un tocco in più potete aggiungere, prima di servire, un cucchiaio di pesto

INGREDIENTI:

  • 1 Cipolla rossa
  • 1 sedano
  • 2 zucchine con fiore
  • 2 carote
  • 2 patate
  • mezzo cavolo verza
  • cavolo nero
  • spinaci freschi
  • 1 radice di zenzero
  • qualche foglia di alloro (da togliere)
  • 4 bacche di ginepro
  • qualche chicco di cardamomo
  • qualche ciuffo di prezzemolo

Come dicevo prima, lavate e tagliate tutte le verdure a tocchetti della stessa dimensione, prendete un pentolone capiente e ricoprire d’acqua le verdure. Iniziare mettendo la patata e la carota poi tutte le altre. Tagliate lo zenzero per il lungo e mettetelo con le verdure. Aggiungete anche alloro, prezzemolo, cardamomo e ginepro.

Tutti questi aromi confluiranno un aroma e sapore davvero unico, provare per credere!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply