0
ViaggiAMO

IL NOSTRO TOUR DELLE FESTE ANNECY/CHAMBERY (Parte II)

15 Marzo 2020

Questo periodo di quarantena forzata mi ha permesso di finire la seconda parte del nostro tour di Natale, in questo momento storico dove i nostri fratelli francesi non hanno avuto per noi buoni pensieri e parole sono stata combattuta sul pubblicare il post che riguarda proprio un tour in Francia, ma poi mi son detta, NON facciamo confusione…non voglio farmi sopraffare da un episodio, pur di cattivo gusto possa essere stato, voglio credere che questo momento unisca, aumenti i valori, il rispetto per tutti, per la Natura e per gli animali…che l’amore trionfi|

Voglio ricordare questi momenti felici con la mia famiglia e le mie amiche più care, a giro con un pulmino e tanta tanta voglia di vivere!!!

E allora…

Proseguiamo con il nostro racconto verso la bellissima cittadina di Annecy o la Venezia Francese come in molti la chiamano…

Annecy si trova in Alta Savoia ed è una località turistica molto rinomata sia in estate che in inverno. E’ attraversata dal fiume Thiou che crea i suoi tipici canali ed è avvolta dal suo omonimo Lago che crea un paesaggio da cartolina...

E’ detto anche Lago Blu per il colore delle sue acque e per la sua limpidezza.

Ci accoglie subito a braccia aperte un tipico mercatino della stagione Natalizia dove ci perdiamo in assaggi e profumi…

La vecchia Annecy dominata dal Castello, è un labirinto i vicoli con case medievali che si affacciano sui canali attraversati da deliziosi ponticelli in pietra. Simbolo della cittadina il Palais de l’Isle. In posizione stupenda su una piccola isola naturale ricorda quasi una nave ancorata sul fiume. Tetto rosso scuro e facciata in pietra non potete non accorgervi di lui. Possibile anche una visita guidata nel suo interno clicca qui

Palais de l’Isle
Palais de l’Isle

Annecy va conosciuta fra i suoi vicoli, i suoi bistrot e i suoi negozi, camminando lentamente senza fretta e ammirandone ogni singolo pezzo!

Le vie principali sono Rue de la Republique e Rue J.J Rousseau, vi consiglio di visitare la Cattedrale Saint-Pierre del 1500 con all’interno un organo del XIX secolo di una bellezza infinita, inserito anche nei monumenti storici del paese.

La nostra passeggiata senza meta lungo i canali ci fa venir fame e ci fermiamo per una tipica Raclette e Fondue da LE FRETI, mangiamo e beviamo cosi’ tanto e bene che per smaltire ci facciamo tutta la salita per arrivare al Castello.

Da Rampe du Chateau affrontiamo la ripida salita verso il Castello antica residenza dei Conti di Ginevra e dei Duchi di Genevois-Nemours, oggi di proprietà della città ristrutturato e trasformato in un museo. Da quassù si puo’ godere di un bellissimo panorama sui tetti rossi della città!

E’ una bellissima giornata soleggiata e decidiamo di fare una passeggiata lungolago fino ai Jardins de l’Europe, collegati dal Pont des Amours sul Canale de Vassè, al parco Champ de Mars. Intorno al lago un pista ciclabile lunga 40 km. Il parco offre una delle più belle panoramiche del lago e delle montagne circostanti…

Chambéry

Non molto conosciuta è una cittadina graziosa e nemmeno tanto piccola, noi ci siamo capitati di domenica percio’ con tutto chiuso e sicuramente non abbiamo potuto gustare a pieno questo “gioiellino” francese.

Luogo di maggior interesse della città è la Fontana degli Elefanti, così nominata per i suoi 4 elefanti che la decorano. Questa fontana fu eretta nel 1838 per rendere omaggio al generale de Boigne, grande benefattore di Chambéry, sua città natale.

Percorriamo adesso Rue de Boigne, per arrivare a Place St. Léger. La piazza è davvero graziosa, caratteristica per i suoi palazzi e resa ancora più importante dalla Torre dell’Orologio e dalle due fontane posizionate alle estremità opposte della piazza stessa.

Percorriamo Rue Croix d’or per poi arrivare al Castello dei Duchi di Savoia. E’ molto ben conservato, famosa è la torre campanaria della sua cappella, chiamata “Tour Jolande”, composta di 70 campanelle ancora oggi in loco e funzionanti, che ne fanno il quarto carillion di campane al mondo. 

Il castello non è sempre visitabile per avere gli orari e i giorni clicca qui

Ci dirigiamo adesso verso Rue Jean Pierre Veyrat con l’imponente tribunale. Tornando indietro lungo Rue Jean Pierre Veyrat ed imboccando Place de Genéve si spalanca davanti ai nostri occhi un’adorabile piazzetta con l’Hotel de Ville, ovvero il municipio della città. Ogni vicolo intorno alla piazza è unico e romantico, questa zona è davvero da visitare passeggiando lentamente e osservando il più possibile.

La nostra visita termina con la visita della Cathédrale Saint-François-de-Sales de Chambéry, in Place Métropole

Ormai si è fatta ora di pranzo e decidiamo di provare un posto scovato su internet, La Côte et l’arête affettati tipici, carpaccio di salmone affumicato, tagliata di tonno e salmone alla griglia. Tutto ottimo!!!

Dopo il pranzo raggiungiamo Aix le Bains che offre una bellissima camminata in riva al Lago di Bourget.

Consiglio questo posto, perché anche d’inverno, è davvero uno spettacolo, tranquillità e pace lo contraddistinguono oltre a una vista sulle montagne mozzafiato!

Viaggiare è Vita…

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply