Piatto unico Secondi

CARCIOFI RIPIENI DI RICOTTA E CREMA AL TE’ AFFUMICATO LAPSANG SOUCHONG

18 Novembre 2020

Tè da bere e te da mangiare, mille sfaccettature di un prezioso ingrediente antico che mi sto divertendo a scoprire in tutte le sue variegate forme e profumi.

Avevo sentito le lodi del Lapsang Souchong abbinate ai formaggi da Maria Careddu Parafarmacia D.ssa Careddu, ma non immaginavo quanto profumo potesse regalare durante la cottura.

Anche l’aria si riempie di aroma caldo mentre lo si lascia in infusione. Unico modo per capire quanto è particolare è provare a cucinare qualcosa e vi assicuro che è stata una piacevole sorpresa.

Procuriamoci:

  • 6 carciofi
  • 100 gr. di ricotta
  • 5/6 pezzi di pane carasau
  • 2 cucchiaini di te affumicato Lapsang Souchong
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 limone
  • 3 cucchiaini di Maizena

Iniziamo a pulire i carciofi togliendo le foglie esterne più dure, le punte e i gambi che puliremo con un pelapatate e terremo da parte.

Scaviamo all’interno dei carciofi togliendo la barba con un coltellino affilato e immergiamo tutto, gambi e carciofi, in una ciotola di acqua e succo di limone.

Mettiamo a bollire una pentola dai bordi alti con un litro e mezzo d’acqua con il te affumicato. Immergiamo i carciofi scolati dall’acqua acidulata e facciamoli cuocere per 15 minuti.

Filtriamo il liquido e teniamone da parte almeno una tazza.

Frulliamo i gambi con olio e il pane carasau a pezzettini.

Riempiamo l’interno dei carciofi scolati con il trito di gambi e chiudiamo con una cucchiaiata di ricotta

Ripassiamo in forno i carciofi ripieni per 5 minuti.

Portiamo il liquido di carciofi e te tenuto da parte a bollore e stemperiamo all’interno la Maizena sempre mescolando con una frusta fino a che non si addensa formando una crema color nocciola.

Serviamo con una cucchiaiata di crema e appoggiamo sopra i nostri carciofi caldi.

Per un tocco in più pestiamo fine fine un cucchiaio di te affumicato e spolveriamo a pizzichi il nostro piatto.

 … l’aroma nell’aria? Legno e sale, profumo e gusto unico. Un gran bell’incontro, da riproporre con alte varianti

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply