0
Lievitati

BriochAMO? ALLE CAROTE E MANDORLE CON MARMELLATA E MELE

6 Maggio 2020
Mi sono stancata della solita colazione, qui urge un cambiamento. Dopo aver disfatto e rifatto armadi, riprogettato disposizioni di mobilio vario e terrazza in ordine (4 metri per 2 , ma sembra Versailles adesso) mi dedico alla rinascita della mia giornata, quindi partiamo dall’inizio: LA COLAZIONE.

In casa ho un sacco di verdura e frutta e mi è venuta la strana idea di provare a fare un impasto con le carotine di stagione all’interno di soffici brioches. La carota è molto dolce e contiene vitamina C e fibre quindi sana… allora ho iniziato così:

prendete…

  • 250 gr. di farina Manitoba
  • 50 gr. di semola di grano duro
  • 100 gr. di farina 1 (integrale)
  • 100 gr. di lievito madre (oppure 9 gr. di lievito di birra fresco)
  • 100 gr. di burro morbido
  • 250 gr. di latte
  • 1 cucchiaio abbondante di miele
  • 3 carote ( circa 150 gr. di peso totale pulite)
  • scorza di un limone grattugiato
  • vaniglia in polvere (la punta di un coltello)
  • 3 cucchiai di mandorle a lamelle
Per il ripieno:
  • marmellata di arance
  • una mela piccola

Facciamo bollire le carote fino a renderle morbide. Una volta raffreddate le frulliamo con il latte creando una crema spumosa e ben liscia.

In una ciotola grande o in planetaria facciamo sciogliere il lievito con il miele e la crema di latte e carota. Iniziamo a incorporare lentamente le farine setacciate e una volta formata una massa uniforme unire il burro a fiocchi, la scorza di limone, la vaniglia e le mandorle.

Formiamo una palla e lasciamola lievitare in un contenitore pulito coperto da pellicola e un canovaccio.

Quando raggiunge il raddoppio stendiamola con le mani e facciamo qualche piega a libro per rafforzare la pasta

( io ne ho fatte 4 ) e poi lasciamo riposare in frigorifero coperto per almeno 30 minuti.

Stendiamo la pasta su un piano con il mattarello e portiamola ad uno spessore di 4/5 mm e ricaviamo dei rettangoli lunghi (come nella foto) . Riempiamo il centro superiore (la parte più larga del triangolo) con un cucchiaino da caffè di marmellata e dei pezzettini sottili di mela. Arrotoliamo partendo dal lato largo chiudendo bene il ripieno e così fino alla punta.

Cerchiamo sempre di posizionare i nostri croissant con la puntina finale girata verso il basso ( così cuoceranno meglio) su un una placca coperta da carta forno.

Lasciamo riposare coperti da un canovaccio per 30 minuti, la pasta deve lievitare nuovamente un pochino.

Spennelliamo la superficie con del latte e se volete spruzzatele di granella di zucchero o zucchero semolato.

Infornare a 170° per 15/20 minuti fino a che la superficie non sia ben dorata.

Con l’avanzo di pasta ho creato delle treccine vuote… così per variare un po’.

Sono veramente belle… cotte assumono il colore dalla carota e sono grezze all’assaggio come il pane integrale… sono state molto gradite e se devo dire sono  un bell’inizio di giornata.

Conservatele in un sacchetto di carta tipo quelli del pane e il mattino dopo scaldateli leggermente in forno (no microonde se no vi ritrovare un chewin gum), sono ancora buonissime.

E voi come amate iniziare la vostra giornata?

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply